Mises en scène

Nonostante l’interesse intrinseco del materiale, finora si sono compiuti scarsi sforzi editoriali nel campo delle mises en scène e nessuno di essi è stato dedicato ai materiali pucciniani. L’edizione persegue lo scopo di rendere accessibili allo studio, e a eventuali riprese moderne, le disposizioni sceniche degli allestimenti che Puccini poté sovrintendere, con la convinzione che esse riflettano le sue intenzioni sullo spettacolo nella totalità delle sue componenti. Il lavoro di ricerca e di edizione intorno ai libretti di messa in scena pucciniani noti integra l’edizione critica delle partiture, nella funzione di memoria storica dell’evento rappresentato.

Il piano editoriale prevede la pubblicazione dei livrets de mise en scène e delle disposizioni sceniche di Le Villi, Manon Lescaut, La bohème, Tosca, Madama Butterfly, La fanciulla del West, Il tabarro, Suor Angelica, Gianni Schicchi, Turandot.

Il comitato editoriale sulle mises en scène pucciniane è coordinato da Michele Girardi (Università di Pavia) e comprende Maria Ida Biggi (Fondazione Cini e Università di Venezia), Jürgen Maehder (Freie Universität Berlin), Emilio Sala (Università di Milano), Mercedes Viale Ferrero (Torino).