Mises en scène

Livrets de mise en scène e disposizioni sceniche

I volumi contengono un saggio introduttivo, l’edizione della disposizione scenica, con la traduzione in forma grafica moderna delle piantazioni sceniche di ciascun atto e dei segni dei diagrammi illustrativi delle posizioni e del movimento degli interpreti, un apparato iconografico e una bibliografia aggiornata delle fonti e della letteratura secondaria.

1
Manon Lescaut. Disposizione scenica di Giulio Ricordi
edizione critica di Maria Ida Biggi
XI-183 pp., 23 pp. di ill. fuori testo, indice dei nomi
Torino, EDT, 2021
ISBN 9788859264453

 


Rappresentata per la prima volta a Torino nel 1893, Manon Lescaut è la terza opera composta da Giacomo Puccini, quella con cui la maturità artistica del compositore si manifesta per la prima volta in tutta la sua forza. Con questo volume, curato da Maria Ida Biggi, fa un nuovo passo avanti l’innovativa edizione critica dei libretti di mises-en-scènes che venivano pubblicati per chiarire la dimensione visiva delle opere da portare in scena: una sorta di antesignano della regia moderna, nei quali si rispecchiano in maniera diretta le visioni originali degli autori.

 


4
Madama Butterfly, mise en scène di Albert Carré
edizione critica di Michele Girardi                  
XII-216 pp., 16 pp. di ill. fuori testo, indice dei nomi
Torino, EDT, 2012
ISBN 978-88-6040-521-0

 

Edizione critica della mise en scène di Albert Carré secondo il manoscritto m 36 IV dell’Association de la Regie théâtrale di Parigi, redatto da Ernest Carbonne. Corredano il volume un estratto dai Souvenirs de Theatre di Carré, il facsimile della versione francese del 1906 del libretto dell’opera e un glossario dei termini e degli oggetti giapponesi realizzato da Gabriella Olivero.
Per acquistare il volume

Recensioni